ABOUT

Arte come catarsi.

Silvia si definisce un'artista consapevole con una particolare sensibilità sulla nostra mortalità. 

Racconta principalmente della difficoltà e vulnerabilità dell'essere umano, attraverso diversi medium visivi e non.

Attraverso il ritrarre delle nostre paure più profonde spera di riconnetterci e farci riconoscere per quello che siamo, semplici human beings.

Come artista non accetta lavori che trattano o incoraggiano violenza, misoginia o oggettificazione della donna.

Silvia si è formata principalmente a Londra, dove ha lavorato per 5 anni.

Dopo questo lungo periodo ha deciso di tornare nel suo paese di origine per contribuire ad una immagine di Italia a cui crede. 

Al momento, soprattutto in questo periodo di instabilità, segue il motto "lavora con quello che hai" e sta sviluppando interviste tra conoscenti e non sul senso della vita.